Accolta
Accolta Cap'articulu Interviste Attualità Cultura Crunichette Sport Lingua


Articulu di u numaru 9, Nuvembre di u 2007


Università inter età, università per tutti



L’Università per tutti s’hè aperta l’annu universitariu 2006 scorsu cù una serìa di cunferenze dedicate à Pasquale Paoli, di a prima Facultà di l’acqua, di attelli di scrittura, e di corsi d’infurmazioni…

Ecclectica, aperta à tutti : inter, vulendu dì cumuna, resta ind’ è u spiritu di u so creatore, libera, gratisi è cumuna.

A i studienti giovani si ponu aggiunghje ancu quelli attempati chì a si sentenu sempre di piglià a strada di Corti è fà o rifà in tutte e filiere di furmazione iniziale, i studii chì li piacenu u più.

A v’aghju detta libera, gratisi è cumuna. Ghjacumu Thiers, u distintu Direttore di u CCU - u digià cunnisciutu Centru Culturale Universitariu, pè e so publicazioni, a so rivista litteraria Bonanova, u so teatru (avimu pientu s’estate in u cunventu di Cervioni cù a so pezza “A scusa di Pasquale Paoli” scritta dà u listessu Ghjacumu Thiers, ghjucata dà U Teatrinu è prugrammata da l’Associu Grossu Minutu, emu pientu vi dicu, chì ci simu truvati in piena battaglia nant’à u ponte di Ponte Novu in u 1769 è e nostre milizie cascavanu cume mosche, si tirava, si tirava da ogni parte ! I Francesi è i mercenarii di l’armata corsa) li prupone pè l’annu novu universitariu 2007 una vera scelta assai attraente.

Aperta da u Presidente di l’Università Antone Aiello, Ghjacumu Thiers presenta u scopu di a riunione : Cumu definisce a litteratura corsa.

Ghjuvan Maria Arrighi, ispettore d’academia e ispettore regiunale pedagogicu di lingua è cultura corsa, scrittore è critica litteraria hà principiatu, fendu a storia assai cumpletta di a littteratura corsa, andendu da i tempi i più landani à oghje, passendu da Dalzetu (Nicolai) Sebastianu - chì si vulia citatinu di u mondu è integralmente corsu ben ch’essendu esciutu di a Culuniale - à Salvatore Viale… da Monsignore della Foata à i scrittori di a Tramuntana, cù Santu Casanova, o di a Muvra, da Petru Rocca à Maistrale racuntendu pè facci ride a storia di a so tomba, senza scurdassi di u mio paisanu Anton Francescu Filippini di Santu Niculaiu (vicinante di a mio caccara, in paese, a mio mamma era a cumare di a so surella Chjara), dicendu chì ind’e e so opere à tutti ùn c’era ingagiamentu fascista, à Angelo Rinaldi chì scrive cusì bè ma chì ùn si tene tantu caru (si hè scurdatu di a so cursità diventendu riccu è cunisciutu !) fin’à Ghjuvan Battista Predali oghje.

Un si ponu cità tutti, tantu a lista era longa. U secondu cunferenzeru, Francescu Saveriu Renucci, prufessore di lettere à Aix, scrivanu è critica litteraria, ellu dinù hà parlatu di l’opere di l’autori è soprattuttu di a problematica è a definizione di l’oggettu “litteratura corsa” à traversu di e sferente lingue di a so spressione, taglianu, francese, corsu… Di u libru Pesciu anguilla di Dalzettu cù “Bastia, bianca è grisgia” tandu - i culori so cambiati oghje. Di Brumes, reseau, miroir di Max Caisson.

Di Viaghju in… di Marcu Biancarelli, Marcu hà scrittu dinù a legenda di Orso Alemano, terribule signurottu, mortu assassinatu, vulia esse u primu à prufittà di e giovane spose sempre vergine, è di u muscone chì sorte da a tomba burtulata da quattru giuvanuttoni (ma chì seranu andati à fà custì pè liberà u muscone ?! )

In seconda parte, a quistione hè : Chì ghjè a litteratura corsa ?

Ingiru à Alanu di Meglio, maestru di cunferenze à l’IUFM di Corsica, Istitutu di furmazione universitaria di i maestri, c’era Fabiana Maestracci, Paulu Desanti, Ghjuvan Luiggi Moracchini, Marcu Biancarelli è Ghjuvan Petru Santini.

Ognunu hà datu a so pusizione nant’à issu suggettu difendendu a lingua ch’ellu utilizava cume “ litteratura corsa”.

Si hè parlatu di litteratura corsa plurilingua, di i scrittori allevati in lingua materna francese, forse quelli di a spalluzzera… Fabiana rigretta d’un pudè scrive in corsu ma l’ampara, Paulu Desanti dice chì a litteratura corsa hè scritta in corsu.

U dibattitu chì a seguitatu hà permessu di dì u so parè.

Vi diceraghju qualchì frasa : Si hè parlatu chì si scrivìa per sè, per i lettori, per a spergliera, per a vendita, u corsu hè una lingua di u pensà, u francese una lingua d’azzione dice Ghjuvan Luiggi Moracchini, Francescu Santini di Merusaglia di “Dite a vostra” parla di “morta a lingua, mortu u populu”, Ghjuvan Petru Santini, a ringuesciatu l’idea dicendu “mortu u populu, morta a lingua”, Ghjuvan’ Maria Comiti, maestru di cunferenze à l’Università, ci hà dumandatu scherzosu, “ si un giapunese scrivendu nantu à a Corsica in giapunese era litteratura corsa ?”.

E pò Ghjacumu Thiers hà aghjustatu chì per u so libru “A funtana d’Altea” ùn li ne restava più manc’unu di a versione corsa, tutti quelli in francese l’hà… dicendu, s’hè vo ne vulete ? Chì piacè di sciambulia tutte st’idee !

Mi pare ch’elle sò u spechju di a sucietà corsa d’oghje !

Alanu di Meglio cunclude u cuntrastu dicendu chì si sente sviluppà un parlatu bastardu è pone a quistione : s’ella pò esiste una litteratura corsa senza a lingua corsa ?

Si pò dì chì c’hé una pruduzzione litteraria, ùn si pò dì s’ell’hè litteratura corsa.

L’autori sò plurilingui ma autori corsi nò. Poi Guidu Benigni, scrittore cunnisciutu, rimettia i premii di “Stonde Scritte”, l’attellu di scrittura in lingua corsa di u veranu 2007.

L’attu, forse, u più interessante di a ghjurnata : tutti i pueti a rughja para !

Ognunu a ricevutu un premiu uguale . A lista ùn l’aghju micca ma e puesie seranu publicate nant’à u prussimu numeru di a rivista di u CCU, Bonanova.

L’omi sò liberi è uguali, a dicianu digià à a prima università di Pasquale Paoli, à l’Università di Corsica oghje, si face !

Termineraghju dicendu u bellu cumplimentu di Ghjacumu Thiers per l’emissione “Dite a vostra” appughjendu nant’à a tradizione d’oralità di a lingua corsa, parechji participanti eranu in Corti, uni pocchi fendu parte di l’attellu di scrittura in lingua corsa.

Si spera per st’annu novu universitariu almenu una sessantina di pueta novi, allora scrivitevi chjamendu u CCU Università Inter Età di Corti, l’Università di tutti. Tel. 04 95 450078

Femu cusì campà a nostra lingua !

Infine si pò dì chì oghje a lingua corsa hè passata da u spaziu privatu à u spaziu publicu, n’avimu intesu l’ezempii.

Maria Teresia POLI