Accolta
Accolta Cap'articulu Interviste Attualità Cultura Crunichette Sport Lingua


Articulu di u numaru 14, Maghju di u 2008


Era maghju di u 68…



Hè bella sicura chì quellu chì hà vissutu in vivu quellu mese di u sessant’ottu in Parigi ùn si ne pò arricurdà chè in modu sughjettivu assai : da parlanne cum’è un storicu ci vurria à metteci distanza studiosa è oghjettività quant’ella hè pussibule. Ma quantunque, si pò ancu pretende mudestamente chì da vicinu si leghjenu megliu certi fatti è nunda impedisce d’altronde di ragiunà à capu serenu, dopu tanti anni passati (guasi mezu seculu !) è tante sperienze torna campate di poi quella epica.

Ind’u 68 finia eo appena i mo 27 anni è mi truvava à listessu tempu in situazione d’insegnamentu (ind’u secundariu) è studiente (seguitava studii di lettere torna à a Sorbona), è l’idee pulitiche di meo eranu piuttostu di strema manca cù un impegnu sindicale forte ind’u mo stabilimentu quant’è riprisentativu al di là (Ecole émancipée). In pedagugia era cunsideratu di i più aperti à idee nove è pruvava à sparghjele quant’o pudia (articuli, publicazioni CDDP-CRDP, furmazione d’insegnanti, radiu universitaria Ofrateme) masimu ind’i l’insegnamentu di u francese è di a puesia (eramu una manata di militanti in puesia chì scriviamu ind’una rivista di puesia è d’arte abbastanza ricunnisciuta). Eccu pè a situazione, « u locu da duv’ellu si parla » cum’ella usava di prisentassi tandu pigliendu a parulla in publicu.

Ind’u prucessu ch’elli volenu fà certi oghje à quellu mese di maghju, ci sò di l’argumenti è di i ragiunamenti chì si ponu ancu capì o spiegà, ben intesa, ma mi pare quantunque chì una di e cause maiò di a rivolta fermessi quella di una sucietà francese (è forse ancu eurupea) petrificata affattu da tanti anni in i so modi di campà, cuntegni, manere individuali è di famiglia ch’ùn currispundianu più nè à i bisogni cutidiani di a ghjente in generale nè à i sogni novi di a giuventù. Ci simu scurdati di u pesu di certe pratiche (pochi diritti pè a donna, idee à l’anticogna ind’e scole, infurmazione generale ristretta è curata à picciolu, pulitica famigliale è suciale in ritardu assai, direzzione di Statu altiera è suligna masimu di poi a guerra d’Algeria… per allistinà solu qualchì esempiu) chì mi venenu in mente è ch’ùn ci parenu forse mancu più vere oghje !

S’ellu si feghja chè u casu solu di a scola à ogni gradu ch’ella fussi, s’avvede omu quant’ellu era chjosu u sistema à a minima prova di cambiamentu è di rinnovu : a prova si n’hè chì l’idea d’apre università in ogni locu alluntanatu da u Centru ùn hè venuta chè dopu, per indettu ; è chì e lingue è culture lucali ùn sò state pigliate in contu chè tandu (decretu d’attualizazione di a legge Deixonne pè u corsu ind’u 1973) è ch’elli sò principiati i primi corsi specifichi quandì u ministeru hà accettatu d’allenà dopu à u 68 i so vechji quadri di funziunamentu (nove discipline adimesse, altra organizazione di l’esami, corsi di a sera pè i travagliadori, furmazione allargata…)

In stu mumentu di cummemurazione sò esciute e infragate di i libri chì portanu ricordi o analisi nant’à issa mossa tremenda, è une poche d’emissioni di radiu o di televisione ci ramentanu u clima è i fatti di l’epica : era naturale ch’ella si passessi cusì è chì ognunu vulissi dì a soia. Ma senza allungà u cuncistoriu, mi pare ch’ellu ci volga à vultà sempre à a so causa prima chì fubbe pulitica è sucioculturale. Allarghendu u vistale si pò truvà d’altronde leie cù e manifestazioni di l’anni 60 in America è in altrò, cù u pesu tamantu di a guerra di u Viet Nam è di a segregazione ch’ùn vulianu cessà.

In Francia cum’è fora era stata purtata avanti tandu sopra à tuttu una vuluntà esigente d’emancipazione individuale di fronte à i quadri tradiziunali esistenti, una ricerca di participazione vera di tuttognunu à a vita suciale è pulitica, una aspirazione ugualitaria bella leghjittima, una rimessa in causa chjara di l’ecunumia pruduttivista chì si ne sentìa digià l’effetti… cum’elli a dissenu è a scrissenu in modu ghjustu certi osservatori famosi di l’epica. Per mio contu mi si pare, ancu tantu tempu dopu, chì e libere discursate, a fratellanza vera, l’imaginazione è u sborru creativu, e belle sperenze umane ch’ellu levò in capu à a giuventù sana quellu mese di maghju ferminu un mumentu predilettu di a nostra storia ch’ùn si pò riduce à vezzi, calculu o intrappulatura… cum’ella hè stata detta dopu da certi.

Quelli ch’ùn ci volenu vede oghje chè rivolta neocunservatrice, riscuperta di un liberalisimu novu, un anti umanisimu, una adattazione edonista, una americanizazione scatinata… tutte spressioni aduprate in certi libri scritti da scunsiderà à 68, mi pare ch’elli riducanu assai ciò ch’ella fubbe quantunque principalmente a mossa è ciò chì ferma a più grande greva attempu suciale è culturale di a storia francese è ancu eurupea. Ma s’omu pensa chì tuttu ciò chì accade oghje (sopra à tuttu di goffu è di negativu) saria appuntu cunsequenza diretta di 68, si feghja a storia di u vintesimu seculu cù i cannuchjali à l’arringuesciu !

Ghjacumu FUSINA