Accolta
Accolta Cap'articulu Interviste Attualità Cultura Crunichette Sport Lingua


Articulu di u numaru 1, ferraghju di u 2007


English version
Version Française

Sfrancassi da a dipindenza ecunòmica



Essa dipindenti ecunumicamenti, hè ùn pudè nè campà nè rializassi senza l’assistenza giniralmenti intarissata di una putenza più ricca. Ed hè a nostra situazioni, moltu più malsana ch’edda incàusa, pà monda Corsi, frustazioni chì crèscini in a misura di a crèscita di a sottumissioni. Tocca dunqua à sfrancassi da stu distinu.


Un mali chì si sparghji

Numarosi sò i segni di a dipindenza ecunòmica. S’abbada prima cunsidarendu i scambii di i prudutti è di i risorzi finanzarii di a Còrsica cù l’esteriori.

In i so raporti cù u restu di u mondu, si custata, infatti, chì a Còrsica importa assai prudutti ma n’esporta puchìssimu. U cumerciu esteriori di a Còrsica, veni à dì u flussu di i beni chì èntrini è chì èscini da l’Ìsula hè mal calculatoghju, chì, ùn dispunimu micca di statìstichi è di cuntabilità righjunali chì pirmittìssini di cunnosce di manera sintética é sistemàtica u volume di i scambii cù a Francia (intruti ed èsciti) è cù u stragneri (impurtazioni è espurtazioni).

A balancia cumirciali, quandu si resci à calculalla, veni à dì u muntanti di l’impurtazioni vinuti da Francia è di u restu di u mondu scalculendu l’espurtazioni, palesa una diffarenza mori mori in pèrdita. D’altrondi sta situazioni ùn laca di sfraiassi à longu andà, malgradu una pìccula migliuranza ricenti. Par un dettu : in 1982, l’impurtazioni èrani di centu sittanta sei (176) miliona di franchi. Èrani di quattru centu trenta sei (436) miliona di franchi in 1992, sìa una prugrissioni di guasgi 250 % in deci anni. Impurtemu u più grossu di u nostru cunsummu : non solu i prudutti pitrulieri è i beni industriali, ma ancu i dirrati alimentarii. Inveci, l’espurtazioni, cumposti pà u più di vini, d’agrumi è di legnu, ùn sò cà circa 15 % di a massa di l’impurtazioni.

A dipindenza nasci drentu à l’aparechju pruduttivu di l’Ìsula. I nostri 22 000 picculìssimi impresi (TPE) evoluèghjani in un marcatu lucalu musinosu, chì ùn li pirmetti micca di calà i so spesi di fàbrica, di venda di più è di cumpeta cusì cù l’impresi à u stragneri. Incapaci d’esercità una cuncurrenza cù i prezzi, rinùnciani à a pruduzzioni massiva è si limìtani, pà a forza parti d’eddi, ad attività da mezu à l’artisgianatu è a pruduzzioni di servizii di poca valuta aghjustata, dundi si tròvani à buleghju i bari o i cumerci chjuchi. D’altrondi, l’impresi, datu chì u marcatu hè ristrettu, pratìcani a poliattività. Ni cunsegui una spicializazioni dèbuli. Si vendi cosa si pò, à quali si pò, è sempri in pìcculi quantità. I nostri impresi sò, ordunqua, cacciati da i marcati esteriori di i prudutti standardi dundi a cuncurrenza si manifisteghja sighi cù i prezzi, sighi cù a nuvità.

Infini, quand’eddu s’abbada a struttura di l’ecunumìa corsa, si ferma stunatu da u pesu ch’eddu riprisenta u settori pùblicu furmatu da l’amministrazioni statali è i cullettività lucali. Guasgi un terzu di a pupulazioni attiva ci si trova impiigatu ; guasgi 30 % di a pruduzzioni di ricchezza ni dipendi, appett’à 17 % pà a mizanìa francesa.

Ùltimu segnu cuncirnendu i particularità di l’ecunumìa corsa, si custata chì l’indùstria (8 % di u PIB) t’hà menu pesu chè u turìsimu (9 % di u stessu PIB), in u prucedimentu di a criazioni di ricchezza.

Dunqua, pruvemu di spiigà sti particularità.


L’orìgini di a dipindenza

U meccanìsimu di l’ecunumìa corsa u cumanda a dumanda finali è micca un’ufferta originali è cumpetitiva nata da i nostri impresi. Cusì chì, ogni spesa fatta da a pupulazioni corsa o da i turisti, prufitta sicura un pocu à i cumircianti lucali, ma ingrossa soprattuttu u sciffru d’affari di l’impresi chì prudùcini i beni acquistati da sti cunsummadori, ch’eddu si trattessi d’un 4X4 Toyota o di un pack di yaourti Danone. Or, st’impresi ùn sò micca stallati in Còrsica, à tal puntu chì i TPE isulani ùn benefizièghjani micca di l’effetti favurèvuli di una crèscita di a cunsummazioni.

Certi impresi lucali risichèghjani ancu di spariscia, com’è sti butteghi di panni d’Aiacciu o di Bastia abbandunati, à u mumentu di i sconti, datu chì i cunsummadori scèglini di fà i so pruvisti in Marseglia o Nizza.

Comu escia da sta strada ceca ?


Rimedii

Sfrancassi da l’effetti pèssimi di st’ecunumìa pòvara supponi chì u settori privatu pruduttivu si furtifichessi è divintessi u mutori di sviluppu.
U sistema capitalista glubalizatu, pà u nostru prò o sprò, s’hè impostu. Hè nicissaria chì una certa quantità d’impresi lucali intrìssini in u muvimentu di mundializazioni, dundi par essa à l’altezza, bisogna acquistà avantaghji cumparativi putenti.

“Hè impussìbuli ; a nostra arghja ecunòmica si componi solu d’impresi pìcculi”, dici a voci cumuna ? Sicura, ma quisti quì ùn sò micca spruvisti di capacità. A chjuchezza ùn hè micca sempri unu svantaghju redibitoriu. Alcuni d’eddi poni crescia è divintà impresi mediani, chì impiègani parechji cintunari di parsoni cù a mira di tuccà marcati di larga stesa, dundi pùgnani d’invistì un postu fruttìfaru.

Strategìa sìmuli supponi chì i puteri pulìtichi avìssini una pulìtica ecunòmica ben accirtata è sustinìssini a crèscita di una quantità bedda definita d’impresi chjuchi, quiddi chì òffrini una capacità di crèscita supiriori à a midianìa di u settori. Si custata, di fatti, in u mondu intieru, chì in un settori d’attività datu, quiddu di l’alta tecnulugìa par un dettu, calchì impresi poni passà facilmenti da una classa di maiurezza à l’altra. In oltra, importa di sicuru di sustena a creazioni è a nuvità ogni volta ch’eddi si manifistèghjani putenti qualità d’impresi.

In brevi, pà un’ìsula com’è a Còrsica, escia da a dipindenza ecunòmica ùn hè una chimera. Ci voli à vulella. Un esempiu ? L’ìsula d’Islanda, à a lìmita di i ghjacci pulari accogli una pupulazioni di 300 000 abitanti. Sò indipindenti dapoi sissanta anni è u rivinutu ad abitanti hè divintatu unu di i prima di u mondu. Parchì allora ùn suvitarìami micca a listessa strada di sviluppu ?


Ghjacumu Orsoni, Prufissori emèritu à l’Università di Còrsica

Traslazioni da u francesu da Rinatu COTI